Area Umanistica


Filtra area:

Nuove Musiche

La rivista «Nuove Musiche» nasce dal sodalizio tra il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università di Palermo e la Fondazione Prometeo di Parma. Essa colma una lacuna dell'attuale panorama editoriale italiano, privo di un periodico di alto profilo accademico monograficamente dedito alla musica contemporanea. Dotata di un comitato scientifico internazionale e applicando procedure di peer review, la rivista esce con cadenza semestrale, in edizione multilingue, in versione sia digitale sia cartacea. Suo oggetto di studio è l'intero campo mondiale della musica d'oggi, con una prospettiva privilegiata sulla situazione italiana. Lo sguardo di «Nuove Musiche» mira alla convergenza metodologica dei vari approcci della musicologia: storico, estetico, analitico, teorico-sistematico, socio-antropologico, psico-neurologico, semiotico, mediale, economico. Cioè alla convergenza tra la musicologia stessa e le altre discipline della conoscenza, nell'ideale di un umanesimo aggiornato. Oggi in Italia il dibattito sulla musica contemporanea si svolge perlopiù in un ambito ristretto e separato, «Nuove Musiche» invece punta a integrare la riflessione sulla musica contemporanea nella vita culturale nel senso più vasto. Perciò la rivista ospita studi scientifici ma anche contributi liberi di compositori, interpreti e organizzatori, e si rivolge al pubblico della musicologia accademica internazionale ma anche agli “addetti ai lavori” della musica contemporanea e a tutte le persone interessate.

Editore: Pisa University Press

ULTIMO NUMERO

Multiverso

All'origine di Multiverso c'è la volontà di affrontare temi e argomenti della contemporaneità da una molteplicità di prospettive e competenze, a più livelli di discorso, e con una pluralità di linguaggi e stili narrativi, mantenendo diffidenza e distanza nei confronti dei pensieri e dei saperi unici e unidirezionali. Un unico argomento per volta, ma visto da più 'versi' e magari da diverse latitudini: dalle scienze umane a quelle esatte, dalla fotografia al teatro, dal segno all'immagine, dall'antico al contemporaneo.

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Polittico

Studi della Scuola di specializzazione e del dottorato di Ricerca in Storia delle arti visive e dello spettacolo dell'Università di Pisa.

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Studi Classici e Orientali

Rivista a cura delle sezioni antichistiche dei Dipartimenti di Filologia, letteratura e Linguistica e di Civiltà e Forme del Sapere. Direttore: Cesare Letta Vicedirettori: Marisa Buonamici, Giuseppe Del Monte, Saverio Sani, Mauro TulliComitato scientifico: R. Ajello, G, Arrighetti, F. Bellandi, M.D. Benzi, M. Buonamici, P.G. Borbone, E. Bresciani, A. Carlini, G, Del Monte, V. Di Benedetto, F. Fanciullo, R. Ferri, U. Laffi, R. Lazeroni, C. Letta, C. Moreschini, G. Paduano, S. Sani, M. Tulli, B. Virgilio Fondata nel 1951 da Giovanni Pugliese Carratelli nell'ambito dell'Istituto di Storia Antica dell'Università di Pisa, la rivista "Studi Classici e Orientali" si allargò presto agli Istituti di Archeologia e di Filologia Classica, e successivamente a quello di Glottologia. Dagli anni Ottanta del Novecento essa è espressione dell'attività scientifica dei Dipartimenti di Filologia Classica, Linguistica, Scienze Archeologiche e Scienze Storiche del Mondo Antico. Sin dall'inizio, tuttavia, essa è stata caratterizzata dalla pluralità d'interessi espressa dal titolo, aprendosi a tutti gli aspetti del mondo antico, sia in ambito greco-romano che orientalistico, con contributi che abbracciano la filologia, la letteratura, la linguistica, l'archeologia, la storia politica, sociale, economica e religiosa, la storia del diritto, del pensiero, della scienza e ogni altra branca dell'indagine storica, in una convinta adesione alla grande tradizione delle "Scienze dell'antichità" come un insieme organico e inscindibile. A questa linea la rivista è rimasta fedele sotto la direzione di Silvio Ferri (1954-1970), Graziano Arrighetti (1970-1980) e Antonio Carlini (1980-2005) e ad essa intende restare fedele anche in futuro, sforzandosi di innestare sul solido tronco della tradizione nuovi orientamenti e nuovi spunti di ricerca che ne mantengano e ne rinnovino la vitalità. Dopo essere stata per trent'anni affidata all'editore Giardini (poi IEPI), dal 2005 la rivista, di proprietà dell'Università di Pisa, è edita dalla casa editrice di questa stessa Università (Plus dal 2005 al 2011, Pisa University Press dal 2012).

Pisa University Press - ISSN: 0081-6124

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Quaderni di pedagogia e comunicazione musicale

"Nel lessico dell’analisi musicale, il concetto di texture indica l’intreccio complesso delle componenti sonore della musica, quella stratificazione di suoni legata al numero e alla qualità delle parti che risuonano insieme. La texture di questo secondo numero dei Quaderni di Pedagogia e Comunicazione Musicale è frutto dell’affiatato quartetto di voci che lo compongono.
Nel solco dell’approccio polifonico di questa collana, i saggi ospitati nel numero offrono un panorama dei molteplici percorsi di approfondimento sulle tematiche musicali, aprendosi a un’eterogeneità di prospettive e di modalità di ricerca. Ognuno di essi propone una visione, uno scorcio sul proprio oggetto di indagine, abbracciando la classicità greca fino al mondo contemporaneo e spaziando dalla psicoanalisi alla filosofia, dall’estetica all’analisi musicale: nel gioco di specchi dei diversi sguardi disciplinari la musica rivela lo spessore della sua dimensione di fatto pienamente culturale".

Editore: EUM Università di Macerata

ULTIMO NUMERO

Il capitale culturale

Il capitale culturale (ISSN: 2039-2362) è la rivista promossa dalla Sezione di Beni Culturali del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università di Macerata, che si avvale di molteplici competenze disciplinari (archeologia, archivistica, diritto, economia aziendale, informatica, museologia, restauro, storia, storia dell’arte) unite dal comune obiettivo della implementazione di attività di studio, ricerca e progettazione per la valorizzazione del patrimonio culturale.

La rivista accoglie contributi, provenienti da diversi ambiti disciplinari, sui temi del valore e della valorizzazione del patrimonio culturale, nel quadro dei principi esplicitati nella Journal mission (per cui si rimanda al n. 1/2010) e prevede una pubblicazione con cadenza semestrale, che può includere numeri speciali dedicati a convegni oppure a temi particolari.

A seguito della procedura di revisione della classificazione delle riviste scientifiche avviata nel 2013 dall'ANVUR, "Il Capitale culturale" ha ottenuto il riconoscimento di scientificità per le seguenti aree disciplinari: 08 - Ingegneria civile ed Architettura; 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche; 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche; 12 - Scienze giuridiche; 13- Scienze economiche e statistiche. E' stata inoltre riconosciuta di Fascia A per il settore 10-B1, Storia dell'arte.

Supplementi (1/2014) - Supplementi (2/2015) - Supplementi (3/2015) - Supplementi (4/2016)

ISBN ISSN (on line) 2039-2362

Editore: EUM Università di Macerata

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Heteroglossia

Heteroglossia è nata come quaderno dell'Istituto di Lingue Straniere della Facoltà di Giurisprudenza - Corso di laurea in Scienze Politiche - dell'Università di Macerata nel 1985 con l'intento di offrire uno strumento di ricerca per studi linguistici e metalinguistici nell'ambito delle discipline linguistiche delle Facoltà non letterarie, collocabili nella vasta area dei Cultural Studies. Era pubblicata nelle Edizioni Nuove Ricerche ad Ancona, (ISSN cartaceo, 2037-7037), poi dal 2006 dalle edizioni EUM Università di Macerata.

Il carattere plurilingue, interdisciplinare e monotematico dei primi quaderni (http://eum.unimc.it/riviste)  è stato mantenuto, anzi si è rafforzato, e gli approcci e gli ambiti disciplinari (linguistica applicata, cultural studies, letteratura comparata) si sono allargati (ad es. con studi di semiotica, media studies e di antropologia culturale) dopo la formazione del Dipartimento di Mutamento Sociale, Istituzioni Giuriche e Communicazione e l'istituzione di due dottorati (Politica, Educazione e Formazione linguistico culturale e Teoria dell'Informazione e della Comunicazione). Alcuni dei quaderni si basano sugli atti di convegni internazionali. Hanno collaborato ad Heteroglossia studiosi italiani e stranieri (provenienti soprattutto dalla Francia, dalla Germania e dal Sudamerica) di varie discipline.

Dal 2014, Heteroglossia continua la sua attività come rivista all'interno del Dipartimento di Scienze Politiche, Comunicazione e Relazioni Internazionali nella scia della sua tradizione, ma apre ulteriormente il campo delle competenze disciplinari (sociologiche, psicologiche, politiche, economiche, filosofiche, storiche, giuridiche) per offrire alla ricerca spunti sulle molteplici forme della Comunicazione nelle interazioni sociali.

Nel 2017, Heteroglossia è stata riconfermata dall'ANVUR come rivista scientifica per le aree 10, 11 e 14.

ISSN 2037-7037

Editore: EUM Università di Macerata

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Picenum Seraphicum

Picenum Seraphicum-Rivista di studi storici e francescani (ISSN 0392-1689, E-ISSN 2385-1341) si propone di portare un contributo alla comprensione del significato storico della presenza francescana in un’area regionale. Per svolgere questo compito Picenum Seraphicum  è attenta alla rete di rapporti intercorsi tra francescani e altre realtà ecclesiastiche marchigiane. Il contesto rilevante per una miglior comprensione delle vicende del minoritismo nelle Marche include l’ambiente economico, sociale, politico e culturale in cui le presenze francescane si inserirono, collocandosi in una trama di influssi reciproci. La rivista di conseguenza vuole essere  un luogo di incontro tra diverse tradizioni storiografiche, con grande fiducia nella capacità di dialogo degli esperti.

ISBN ISSN: 2385-1341

Editore: EUM Università di Macerata

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Egitto e Vicino Oriente

Rivista della sezione di Egittologia e Scienze Storiche del Vicino Oriente, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell' Università degli studi di Pisa.

Nel 1978 uscì il primo numero della rivista EGITTO E VICINO ORIENTE, fondata e diretta da Edda Bresciani, Prof. Ord. Egittologia. Lo scopo della rivista era ed è di dare uno spazio comune a egittologi e studiosi del Vicino Oriente che afferiscono al Dipartimento di Scienze Storiche del Mondo Antico (già Istituto "Ippolito Rosellini"), con apertura, fin dalla fondazione, alle generazioni più giovani di studiosi e a colleghi di altre università, anche stranieri, in una prospettiva di rispetto dei campi specifici di ricerca pur nella comunità d'intenti. Specchio di questa unità scientifica nella pluralità d'interessi è la composizione stessa del Comitato Scientifico della Rivista.  La rivista, la cui testata appartiene all'Università di Pisa, è arrivata al XXXV volume (2012); dal numero XXIV è pubblicata dalla casa editrice dell'Ateneo Pisano.

Direttore responsabile: Edda Bresciani
Comitato scientifico: D. Amaldi, A. Avanzini, M.C. Betrò, P.G. Borbone, E. Bresciani, G. Del Monte. G. Mazzini, S. Mazzoni, A. Manchetti, G. Miniaci, C. Saporetti, F. Silvano (redazione), P. Xella

Pisa University Press - ISSN 0392-688

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Enometrica

Review of the European Association of Wine Economists and VDQS

Edited by Maurizio Ciaschini

EUM - Edizioni Università di Macerata - ISSN 1974-4730

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Giornale di Storia Costituzionale

Il Giornale di Storia costituzionale è un periodico semestrale nato nel 2001 con l'obiettivo di promuovere e raccogliere le ricerche e le proposte metodologiche inerenti i molteplici percorsi della storia costituzionale. Gli studi pubblicati si propongono di analizzare, in una prospettiva multidisciplinare e comparativa, i fondamenti e i caratteri di un complesso fenomeno storico e culturale che ha dato vita, pur in una diversità di forme e di concezioni, a un patrimonio comune. Tra presente e passato, gli studiosi del diritto, della politica, delle istituzioni, e più in generale i cultori delle scienze sociali riflettono e dialogano sul terreno del costituzionalismo, contrassegnato da profonde radici storiche e da crescenti tensioni. Divenuto ormai punto di incontro e di riferimento per le diverse pratiche della storia costituzionale, il Giornale - che pubblica saggi in varie lingue - si caratterizza per la ricchezza tematica e per la varietà di rubriche, alternando numeri miscellanei ad approfondimenti monografici.

EUM - Edizioni Università di Macerata - ISSN 1593-0793

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Ius Missionale

Ius Missionale è l'annuario della Facoltà di Diritto Canonico della Pontificia Università Urbaniana, fondato nel 2007 dal prof. Luigi Sabbarese, che tutt'ora lo dirige. La rivista si propone d'indagare sui fondamenti di uno statuto epistemologico del diritto missionario nel più generale contesto del diritto canonico, affrontando anche lo studio di questioni peculiari che possono interessare la vita delle Chiese dei territori di missione. Individuato nella missione il principio fondante l’intera organizzazione ecclesiastica, attraverso il quale poter interpretare tutte le norme canoniche che si riferiscono alla struttura e all’ordine delle funzioni del popolo di Dio, il diritto missionario viene posto nel quadro del diritto universale. Una lettura del diritto ecclesiale in chiave missionaria, nella tensione dialogica tra annuncio del Vangelo e dialogo tra religioni e culture, non può non considerare poi le nuove ed urgenti situazioni provocate dal fenomeno delle migrazioni internazionali. Ius Missionale, infine, si propone di far conoscere sia le fonti del diritto missionario che si possono attingere presso l’Archivio Storico di Propaganda Fide, sia la prassi vigente della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, fonte del diritto particolare delle Chiese dei territori di missione.

Urbaniana University Press

SITO DELLA RIVISTA

Philomusica on-line

Rivista di musicologia del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell'Università  degli Studi di Pavia.

Philomusica on-line è nata nel 2000, in formato elettronico ad accesso aperto, con il duplice scopo di dare conto delle attività  di ricerca dell'allora Dipartimento di Scienze Musicologiche e Paleografico-Filologiche (oggi Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali) e di aprire uno spazio privilegiato allo scambio delle idee e alla collaborazione tra studiosi interni ed esterni.

Pensata come periodico musicologico aperto a interessi interdisciplinari, Philomusica on-line mantiene un legame irrinunciabile con la tradizione filologica che ha segnato i sei decenni di attività  didattica e scientifica della Scuola di Paleografia e Filologia Musicale, poi Facoltà  di Musicologia e ora Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali. Una tradizione di significato ampio ma non però generico né onnicomprensivo quale esplorazione di testi nell'intreccio complesso dei loro rapporti con la storia; ricerca di metodologie interpretative; esercizio di capacità critiche ed esegetiche; restauro, protezione, promozione di beni culturali inalienabili.

Ciascun numero comprende saggi, recensioni e comunicazioni; uno spazio è inoltre riservato a contributi di giovani laureati e dottorandi di ricerca del Dipartimento.

Pavia University Press - ISSN 1826-9001

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Ricerche Storiche Salesiane

Ricerche Storiche Salesiane è organo ufficiale dell'Istituto Storico fondato dalla Società dei Salesiani di Don Bosco per promuovere studi e ricerche sulla storia di Don Bosco e salesiana, inserita nel più vasto orizzonte della vita della Chiesa e dell’umanità, nella storia religiosa e civile. La Rivista cura nei singoli fascicoli le seguenti sezioni: Studi e ricerche, con apporti originali e significativi. Edizioni di testi rari o di speciale interesse. Note, commenti, discussioni. Recensioni e segnalazioni di scritti concernenti Don Bosco e la storia salesiana. Aggiornamenti bibliografici e cronache attinenti l’ISS e l’ASC (Archivio Salesiano Centrale). La Rivista interessa studiosi e ricercatori non solo nell’area della «salesianità» interpretata nella linea di Don Bosco, ma anche nel più ampio spazio della storia della Chiesa, della pedagogia e dell’azione religiosa e sociale.

Editrice LAS - ISSN 0393-3830

SITO DELLA RIVISTA | ULTIMO NUMERO

Urbaniana University Journal - Euntes Docete

Urbaniana University Journal - Euntes Docete [UUJ] è la rivista della Pontificia Università Urbaniana, centro internazionale di studio e ricerca, alla quale sono collegati 92 Istituti affiliati nei vari Continenti. Fu fondata nel 1948 con il titolo di Euntes Docete (Commentaria Urbaniana), per volontà dell'allora "Magnus Cancellarius", il Card. Pietro Fumasoni-Biondi, e dell'illustre teologo Mons. Pietro Parente, nominato poi Cardinale da Papa Paolo VI, che ne fu anche il primo direttore. Nel 1998 la rivista viene rinnovata, non solo graficamente ma nella impostazione stessa delle rubriche. La Nova Series di Euntes Docete si propone di estendere l'orientamento finalizzato allo spirito e all'azione missionaria della Chiesa alle profonde trasformazioni – culturali, istituzionali, sociali, ed anche religiose – di questo nuovo millennio. Ogni fascicolo della rivista – sia esso di impostazione monografica o miscellanea – presenta un contributo di studi volti a descrivere e ripensare criticamente il rapporto tra missione e culture, sotto il profilo storico, biblico, teologico, giuridico e filosofico. Con il primo numero del 2013 la rivista modifica il nome: Urbaniana University Journal - Euntes Docete. Pur nella continuità, la scelta segnala l’esigenza di internazionalizzare sempre più il servizio della rivista che rappresenta anche l’attività di ricerca e insegnamento dell’Università. lUrbaniana University Journal si contraddistingue pienamente come rivista scientifico-accademica soggetta a revisione paritaria: i contributi pubblicati vengono sottoposti a peer review secondo i criteri di scientificità previsti dal protocollo UPI (Coordinamento delle University Press Italiane). Attuale direttore è il prof. Carmelo Dotolo. La lunga storia di questa rivista delinea il percorso di un progetto culturale che intende proporsi come valido strumento di ricerca e di dialogo aperto alla partecipazione di tutti coloro che, nei vari Paesi, ne condividono l'orientamento e le finalità.

Urbaniana University Press - ISSN 0394-9850

SITO DELLA RIVISTA