Enrico Cotta Ramusino

Il sistema finanziario internazionale tra crisi e riforme

Il lavoro esamina la crisi finanziaria, iniziata nel 2007 e tuttora in corso, e le conseguenti riforme finalizzate a rimuovere le carenze che ne hanno determinato l'esplosione. Il primo capitolo analizza lo sviluppo del sistema finanziario nel corso dei vent'anni che hanno preceduto la crisi, illustrandone le caratteristiche principali: la crescita dimensionale e conglomerale dei maggiori operatori finanziari, la tendenza generalizzata alla liberalizzazione delle attività finanziarie e la tolleranza nei confronti dell'assunzione di maggiori livelli di rischio. Nei capitoli successivi viene descritto il processo di riforma concertato a livello internazionale al fine di ripristinare condizioni di stabilità nel funzionamento del sistema. Vengono descritti e discussi, in sequenza, gli interventi, regolamentari e di vigilanza, attuati e in corso di definizione, su tutte le principali aree dell'attività finanziaria, dalle banche ai contratti derivati, dalle agenzie di rating agli hedge funds, dalle norme sul funzionamento dei mercati all'executive compensation. Nelle conclusioni vengono esaminate la possibile efficacia delle riforme descritte e le difficoltà connesse alla loro implementazione nell'attuale contesto economico-finanziario dei maggiori Paesi occidentali.